sabato 12 giugno 2010

Abbasso l'Italia!!!

Si può giungere ad una medesima conclusione attraverso diverse strade e devo confessare che alcuni anni fa non mi sarei mai sognato di voler pronunciare questa affermazione che sembra partorita dall'informe cervello squamato di una trota leghista.
Tutto si può fare, quello che conta è il perché lo si fa: la motivazione può giustificare o meno un'azione.
Abbasso l'Italia!! Sì, avete capito bene, ho detto abbasso: spero che la nazionale di calcio, a questi mondiali del Sud Africa, esca quanto prima!
Già immagino lo sdegno dei nazionalisti ad ogni costo, pronti a condannare a priori, senza ascoltare la motivazione di tali parole. Immagino l'incomprensione dell'italiano medio al quale viene toccata la sfera di cuoio. Immagino altresì il sorriso dell'abitante della Padania, il quale non capirebbe la differenza di fondo tra la mia e la loro affermazione nemmeno se venisse coadiuvata da un disegnino...
Ero in strada ad esultare quattro anni fa, per le vie e le piazze dipinte di caroselli azzurro e tricolore... e oggi dico: abbasso l'Italia! Perché in fondo è solo un gioco, tra l'altro anche di recente già vinto...
Abbasso l'Italia! Perché non ce lo possiamo permettere, siamo immaturi: ho visto fiumi di persone riversarsi a festeggiare in strada ma molto, molto meno per difendere la propria libertà, i propri diritti.
Abbasso l'Italia! Perché non ci possiamo permettere il lusso di una distrazione: con la Legge Bavaglio siamo passati da una dittatura mediatica ad una dittatura e basta. Presto vedremo aumentare anche la repressione delle forze dell'ordine sui pacifici manifestanti nello stile del "metodo Cossiga".
Abbasso l'Italia! Perché il calcio, insieme al benessere, oggi è l'oppio che assopisce le menti e le devia dalla drammatica gravità della realtà in cui è scivolato il paese.
Abbasso l'Italia! Perché sarà il pretesto per i telegiornali di regime di sprecare minuti preziosi per parlare delle ennesime cazzate anziché dei problemi reali.
Abbasso l'italia! Perché più che una provocazione, per quanto strano possa sembrare, è l'affermazione più giusta in questo momento.

Abbasso L'Italia! Perché amo l'Italia...



3 commenti:

  1. Io concordo appieno assieme a te..

    RispondiElimina
  2. Grazie duhangst, questo mi fa sentire meno solo ;-)

    RispondiElimina
  3. Non sei solo, io non ho festeggiato neanche 4 anni fa, quello che manca è trovare il modo giusto per esprimere tutto il dissenso possibile!

    RispondiElimina

lascia un commento e per cortesia firmati ;-)