lunedì 8 novembre 2010

Risvegli: un miracolo italiano

Prima di andare al punto, una breve sintesi della situazione:

Sul nostro territorio, da oltre 16 anni, siamo sotto il controllo mediatico di Berlusconi che ha lobotomizzato la popolazione (sovrapponendosi alla Chiesa) andando ben oltre il piano di Rinascita P2.
Mafia, massoneria, servizi segreti deviati e quant'altro sono stabilmente al potere più di quanto non fossero presenti nella corrotta prima Repubblica.
Il PD, nei vertici complice di teleSilvio, fa da tappo ad un'opposizione inscenandone una fittizia e negando la possibilità di una reale controparte all'oligarchia costituita.
La Lega fa breccia nell'ignoranza e nei bassi istinti xenofobi di una fetta consistente degli italiani.
Gli altri partiti si arrabbattono inermi per conquistare un briciolo di visibilità.
Il Paese è in progressivo stato di degrado economico, culturale e materiale a dir poco imbarazzante.

Il tutto inserito in un contesto mondiale in cui prevale un cieco sfruttamento delle risorse e un consumismo che sta mettendo in ginocchio il pianeta con il conseguente sconvolgimento degli ecosistemi di cui molto presto pagheremo il conto... ma questo è un dettaglio.

Detto questo, un miracolo italiano:

In origine fu Casini, poi Fini ed il suo entourage, ora Renzi ed i rottamatori. Persino Famiglia Cristiana!! Per non parlare addirittura di qualche parolina critica di Libero ed il Giornale!
Oh mio dio d'amore acceso, è un vero miracolo!!

Ben risvegliati a tutti voi... ma di quale malattia soffrivate??



E comunque complimenti per i riflessi: ora so il tempo di reazione dopo che vi avrò assestato un calcio negli stinchi.


Approfondimento sui rottamatori:

Probabilmente il sindaco di Firenze non merita di essere equiparato agli altri personaggi di cui sopra.
L'iniziativa di Renzi, pur con una carta di Firenze sbiadita fotocopia di quella del Movimento a Cinque Stelle, non può che farmi piacere: nel PD l'auspicavo da tempo. Reputo Renzi un tipo sveglio e "paraculo", una specie di Vendola con meno capacità dialettiche... dunque non uno che dorme. Proprio alla luce di questo non posso fare a meno di notare che se il gesto in se è più che positivo… i tempi sono sbagliati oltreché sospetti. Ma voglio fare finta che fosse un dormiente, illuminato sulla via di Damasco e resto fiducioso alla finestra all'insegna del: "meglio tardi che mai...".






Nessun commento:

Posta un commento

lascia un commento e per cortesia firmati ;-)